Spesso noi sciatori lavoriamo con massaggiatori e fisioterapisti, raramente con chiropratici. Forse perché di questa materia si sa poco, non è di certo nota nel nostro mondo, ma soprattutto in uno sport traumatico come il nostro penso che potremmo trarre veri giovamenti da questa disciplina, sarebbe d’avvero utile!

Maria Elena Rizzieri

Squadra Nazionale B Sci Alpino

Dal suo post su facebook:

E dopo la gara perfetta…
Una piccola rimessa a punto con la chiropratica, Jennissa Pellissier mi ha dato la sistemata che permetterà al mio corpo di ripartire in bolla.

Francesca Canepa

Atleta di Ultra Trail Running

Alle Universiadi di Erzurum ho avuto il piacere di essere seguita dalla chiropratica Coralie. Dal 2005 partecipo a gare di Coppa Europa e Coppa del Mondo ma in questi anni non ho mai incontrato nelle squadre nazionali una figura professionale di questo tipo. Gli atleti sono spesso seguiti da fisioterapisti o dottori. Alle universiadi il lavoro di Coralie è stato molto utile per me: durante i giorni delle competizioni accusavo dolore alle ginocchia a causa dei 4 interventi chirurgici subiti negli ultimi anni, ma grazie alla chiropratica ho attenuato i dolori e sono riuscita ad arrivare in pista al 100% facendo poi medaglia! Credo sia molto importante per tutti gli atleti avere questo tipo di possibilità: spesso si sottovalutano i problemi fisici cercando di risolverli con antidolorifici o anti-infiammatori, ma il fisico è troppo importante per un atleta e la chiropratica, al pari della fisioterapia e della medicina può aiutare gli atleti a dare il massimo nelle prestazioni sportive!

Lucia Mazzotti

Squadra Nazionale B di sci